Ciclamino: un regalo per sempre

Un vaso di ciclamini è un regalo di Natale assai gradito per la generosità delle sue infiorescenze. Purtroppo è brutta abitudine liberarsi dei fiori appena la pianta comincia a sfiorire e a non mostrare più il suo splendore. L’invito è di non buttare piante e fiori ma di assecondare il...

Continua a leggere

Alloro, pianta dalle tante virtù

E’ un alberello sempreverde con rami lisci e foglie coriacee di colore verde scuro, dalla forma lanceolata, disposte in modo alterno. I fiori giallastri sono raccolti in mazzetti sull’asse delle foglie. Le bacche bluastre-violacee ovoidali (drupe) si trovano solo nelle piante femminili. Dell’intera pianta si utilizzano prevalentemente le foglie e...

Continua a leggere

Alloro (Laurus nobilis)

Nella tradizione occidentale l’alloro (Laurus nobilis) è strettamente legato al dio del Sole, Febo Apollo che si innamora della splendida ninfa Dafne. Dafne, ninfa selvatica, adusa ai boschi alle selve fugge le offerte amorose del dio. Corre angosciata, trafelata e stanca, cercando di sfuggirgli. Implora il padre le cambi forma,...

Continua a leggere

La Calendula

La Calendula officinalis è una pianta rustica che raggiunge un’altezza di circa 60 cm. I suoi fiori doppi, giallo-arancio, sono simili a quelli delle margherite. Le foglie invece verde chiaro, lanceolate sono leggermente aromatiche. In epoca medievale i fiori di calendula erano considerati l’emblema dell’amore: quando la calendula compariva in...

Continua a leggere

La Rosa canina

Della rosa caninca si recidono i pungenti rami per decorare la casa, ma soprattutto si staccano le rosse bacche da consumare in decotti e da preparare in sciroppi per conservare quella preziosa vitamina C di cui la rosa canina è ricca, che costituisce un toccasana contro raffreddori e influenze di...

Continua a leggere

Mi presento… “Sono Calendula”

Amo stare all’aria aperta, al sole o mezz’ombra, prediligo i terreni fertili e leggermente sabbiosi (¾ di terriccio universale; ¼ di sabbia oppure terriccio universale). I miei semi vengono messi a dimora in un semenzaio a partire dalla primavera, già in due settimane germogliano. Le mie piantine raggiunta l’altezza di...

Continua a leggere

Medaglioni del Papa!!! Sì, ma il mio nome è Lunaria

Nei miei frutti tondeggianti bianco-argentei simili a monete si specchia la luna piena. Prediligo i terreni ben concimati (a letame maturo) posti in zone a mezz’ombra. Preferisco essere seminata da giugno a settembre con posa rada ogni 40 cm direttamente in campo oppure nel semenzaio per poi essere messa a...

Continua a leggere

Sono Margherita e…

Non amo i ristagni d’acqua, se piantata in vaso chiedo di avere sul fondo uno strato di sabbia per permettere un buon drenaggio del terreno. Ho necessità di essere annaffiata regolarmente soprattutto nei giorni successivi alla semina e di mantenere il mio terreno sempre umido non eccedendo mai con troppa...

Continua a leggere

Cumino nero: il mio nome botanico è Nigella sativa

Cresco alta alta minimo 30 cm, i miei fiori di colore bianco e blu pallido hanno 5-10 petali, i miei frutti sono gonfie capsule ricche di numerosi semi. Amo il caldo e la luce diretta del sole per almeno 6 ore al giorno… preferisco essere seminata in tarda primavera quando...

Continua a leggere

Rosso… Papavero

Preferisco essere seminato in campo, direttamente a dimora; le mie radici difficilmente sopportano i rinvasi; a dirla tutta mi autosemino con facilità. Amo i luoghi soleggiati o anche semi-ombreggiati, ma con una buona luminosità ed almeno qualche ora al giorno di luce solare diretta. Il terreno va ben lavorato prima...

Continua a leggere