Prossimi eventi

E’ frivolo e ingeneroso costringere a tutti i costi una pianta, colpevole solo di averci attratti, a vivere dove non potrà mai sentirsi felice. Bisogna imparare ad osservare le piante, ascoltarle, capirne le esigenze. Conoscerle significa rendersi conto che anche loro ci parlano. Non con le parole, nemmeno con i versi. Lo fanno con il loro corpo.

Pia Pera – Il giardino che vorrei

 

Molte persone pensano che, quando pratichiamo l’agricoltura, la natura ci aiuti nei nostri sforzi per coltivare il cibo. È un punto di vista totalmente antropocentrico; dovremmo invece comprendere che stiamo ricevendo ciò che la natura ha deciso di darci. Un agricoltore non coltiva qualcosa nel senso che lo crea. Quell’essere umano è solo una piccola parte di un processo unitario in cui la natura esprime la sua essenza. L’agricoltore ha pochissima influenza su questo processo, non fa altro che essere lì e fare la sua piccola parte.

Masanobu Fukuoka

 

…l’andare a perdersi fuori dalle vie note e in luoghi sconosciuti ha un’attrattiva vitale: nasce dallo stimolo innato all’esplorazione, comune a tutti gli esseri viventi, animali, uomini e piante. […] consiste nell’andare alla scoperta di cose ignote che si trovano vicine o lontane, con il solo scopo di conoscerle. Nel farlo è lecito “perdersi”: venendo meno gli abituali riferimenti, si è stimolati ad acquisirne di nuovi e intanto il caso favorisce incontri interessanti.

Franco Michieli – La vocazione di perdersi

Full Moon Calvana

Lungo le praterie di crinale della Calvana, illuminate dalla luna, seguiteci in alcuni dei tracciati di collegamento più antichi tra appennini e piana fiorentina, per trascorrere una serata tra risate e racconti sul “balcone panoramico” del Cantagrilli. Partiremo al tramonto percorreremo la via del villaggio Case Valibona per raggiungere la...

Continue reading

Cintoia: tra antiche vie chiantigiane

Castelli, cascate, ponti, ruderi antichi e piccoli borghi nella valle di Cintoia, dove i resti di civiltà secolari si sposano felicemente col paesaggio chiantigiano e i boschi freschi e ombrosi. Percorreremo le vecchie strade etrusche, romane e medioevali che in origine collegavano la valle con Fiesole. Il percorso, dei più...

Continue reading

Foresta sacra e profana: San Vivaldo e l’Egola

Santi e visionari, torrenti e faggete, pellegrini e crociati. Ci sono veramente tante storie da raccontare e rivivere, in questo itinerario lungo, da Montaione a San Vivaldo, la nostra piccola Gerusalemme toscana. Come molti secoli fa, andremo a visitare “i luoghi santi”, sorprendentemente ricostruiti a pochi chilometri da casa, costeggiando...

Continue reading

Corno alle Scale extreme

Dal Laghetto del Cavone raggiungiamo la vetta di Punta Sofia, dove è possibile ammirare il panorama verso l’Emilia Romagna in un versante e la Toscana dall’altro. Ripercorreremo un pezzetto di GEA lungo il crinale fino a Monte Spigolino, attraversando ampie praterie cacuminali e infine attraverseremo fitti boschi per ammirare le...

Continue reading