L'Erba Canta(*), associazione culturale e di promozione sociale, si dedica alla tutela e alla valorizzazione dell'ambiente. Propone ESPERIENZE in NATURA: trekking di uno o più giorni, camminate in città e escursioni nei territori limitrofi alle aree urbane, per riscoprire la bellezza, la storia e le storie dei tanti luoghi anche di quelli prossimi a casa. Promuove la salvaguardia della biodiversità, invitando alla scoperta e all’accoglienza delle popolazioni vegetali e animali che abitano i nostri territori. Sostiene la custodia quotidiana degli habitat naturali e antropizzati perché ogni spazio è un bene comune con un suo potenziale estetico e ecologico.
Si occupa della cura dei piccoli SPAZI VERDI: orti, giardini, incolti, terrazzi e balconi. Organizza laboratori, esperienze sensoriali, incontri per tessere un rapporto autentico con la Natura, per recuperare antiche pratiche e saperi, per imparare l'arte dell'autoproduzione.
Le iniziative di autoproduzione hanno luogo con la bella stagione nell'Orto di Basciano a Fiesole.

***
Gruppo Guide Ambientali
Passo dopo passo, ascolta l’Erba Canta
Tante le nostre differenze: esperienze di vita, origini, percorsi lavorativi, abilità ed interessi. Legati da una passione comune: il passeggiare all'aria aperta; un giorno sempre più sedotti dalla quieta ospitalità della Natura, abbiamo deciso di farne una professione. Dopo aver camminato assieme per molti chilometri, ci siamo riuniti nel Gruppo guide ambientali de L'Erba Canta.
Condivideremo con te, che scegli di trascorrere senza fretta un po' del tuo tempo all'aperto, il piacere di camminare, tra paesaggi e tradizione, in ascolto del silenzio e con lo sguardo volto a scoprire la Bellezza della Natura. Ogni escursione possiede una storia, unica perché raccontata dalla guida che l’ha progettata con dedizione e amore.
Ti invitiamo a seguire il nostro calendario e se tra le proposte non trovi quella adatta alle tue esigenze non esitare a chiedere, sarà possibile organizzare escursioni personalizzate.

Adriano, Andrea, Cristina, Eliana, Filippo, Giacomo, Juri, Sara e Simone
Guide Ambientali Escursionistiche - GAE, abilitate ai sensi della Legge Regionale 86/2016

Andrea Locoratolo

Non importa se in montagna o al mare, se ci inoltreremo in boschi o campagne, l'importante sarà ridere, ridere e ridere ancora.

Adriano Di Giovanni

Adriano è un avventuriero appassionato di trekking, originario di Tarquinia, attualmente residente in Toscana a Firenze. Adora mantenersi in forma, vedere Anime giapponesi, giocare ai videogames ed esplorare nuove mete. Non smette mai di metterci grinta e passione. Vorrebbe migliorare il suo inglese e trasmettere il proprio amore per la natura.

Cristina Michieli

Vedere un Mondo in un granello di sabbia
E un Cielo in un fiore selvatico
Tenere l’Infinito nel cavo della mano
E l’Eternità in un’ora

Prendo in prestito i versi di William Blake per esprimere lo stupore e la meraviglia che provo nell’osservare la Natura nel silenzio di un attimo. E’ il mio nutrimento. Amo assaporare luoghi, paesaggi, atmosfere e posare lo sguardo nelle piccole cose.
Stare in Natura è uno dei miei bisogni vitali. Mi piace camminare, mi piace coltivare, mi piace prendermi cura dell’orto e del giardino, mi piace raccogliere semi, mi piace conoscere le proprietà e gli impieghi di piante e fiori, mi piace cucinare e mi piace lavorare le erbe per la cura e la salute del corpo, mi piace addentrarmi nello sconfinato mondo della Natura per disvelarne umilmente i segreti.

Eliana Serra

Mi piace ascoltare, ma in quanto guida devo parlare! E allora provo ad ispirare gli altri ad ascoltare il paesaggio, la natura ed i luoghi che visitiamo... Servono pochi racconti ma efficaci per far comprendere la bellezza che ci avvolge. Nella natura troviamo il nostro passato ed il nostro presente, non abbiamo bisogno d'altro per camminare nella nostra vita. Conoscere i personaggi dei luoghi dove camminiamo, assaporare le loro storie e percepire la passione che li lega alla loro terra, questo è per me essere guida.

Giacomo Bartolozzi

Sono una persona curiosa e la natura mi da continui spunti su cui riflettere, vado per boschi fin da bambino e camminare è diventata la base del movimento per stare bene. Fare la guida ambientale mi da la possibilità di condividere e approfondire, di camminare e scoprire.

Juri Sbrilli

Mi chiamo Juri, ho quarant'anni, e nel mezzo del cammin ho deciso di dedicarmi professionalmente all'escursionismo. Diventare guida è una scelta legata al desiderio di seguire certe passioni che mi accompagnano fin da quando ho ricordo, parlo di genuina curiosità, di gioia nell'instaurare nuovi rapporti con gli altri, di volontà di esplorazione e soprattutto di interesse verso gli esseri viventi che non ci parlano, coi quali forse, a causa di ciò, siamo meno portati a creare empatia. Avendo sempre cura di offrire disponibilità e simpatia, se avremo occasione di condividere un'escursione, ci metteremo in cammino attraverso storie ed identità culturali cercando di stabilire concordanze ed affinità con ciò che ci circonda.

Sara Bonini

Camminare e collezionare storie, due cose che faccio da sempre. Amo l’arte e la natura, andar per musei e camminare nel verde, adoro l’estate e il sole sulla pelle.
La curiosità e il caso mi hanno portato a fare la guida: cammino per passione, per ritrovare l’equilibrio con la natura e per mantenere una promessa.
Ma apprezzo anche le pause, magari dopo una salita faticosa o davanti a un panorama, per condividere una storia, una fetta di torta e una tazza di tè bollente.

“Fermati ogni tanto. Fermati e lasciati prendere dal sentimento di meraviglia davanti al mondo” come diceva il grande Tiziano Terzani.

Simone Beni

Folgorato sulla via Francigena durante un viaggio a piedi di qualche anno fa, decide di riversare nell’escursionismo e nel mestiere di guida ambientale la stessa passione e la stessa applicazione precedentemente espressi nella mountain-bike e nell’arrampicata. Il tutto, come sempre, con il metodo e la praticità da ingegnere, ma soprattutto con la curiosità e la voglia di stare insieme.

(*) L'erba canta è un verso del poeta T.S. Eliot in The Waste Land: “the grass is singing”. La scrittrice Doris Lessing se n'è servita per intitolare il suo primo libro “L'erba canta” del 1950, ambientato in Sud Africa, nella vergine Rodhesia non ancora invasa dalla cementificazione urbana.