Iscrizione su tessitura yemenita

Se è vero che veniamo dalla terra, la terra è la nostra casa e il mondo intero la nostra famiglia. (Iscrizione su tessitura yemenita) Si ringrazia Rosa Rita Piva per la lettura. *** NUVOLARIO di PAROLE Bellezza, stupore e meraviglia richiamano ad un ascolto profondo della Natura. Oltre l’avventura di...

Continua a leggere

i Capperi

… Ricordo che (il nonno) seminava i cipressi in un grande tegame di coccio, il quale dopo pochi giorni si copriva di una fitta erbolina azzurrastra: certi tronchi che oggi appena li abbraccio, li ho visti spuntare così, dalla terra di quel tegame, come fili di sparagina. E poi seminava...

Continua a leggere

I colori: il rosa

Nel cielo il rosa appare all’aurora, prima della nascita del sole, ad annunciare la certezza della nuova luce, e poi dopo il tramonto, se vi è qualche nuvola, quasi a promettere il futuro ritorno della luce. E’ dunque un colore solare, positivo, gioioso e nello stesso tempo dolcissimo. E’ composto...

Continua a leggere

le castagne del Montello

Passata l’estate, quando le foglie mutano colore e cadono intirizzite al suolo, il grande albero maturò i suoi frutti. Il primo contadino che li vide caduti a terra non riusciva a credere ai propri occhi: assomigliavano ad un piccolo riccio ma il fondo era spaccato con un taglio a forma...

Continua a leggere

Il mandorlo

Il mandorlo con i suoi fiori bianchi o rosati, che si aprono alla fine dell’inverno o alla fine di gennaio nelle zone più tiepide, è simbolo del ciclico rinnovamento cosmico. Per gli Ebrei era segno di promessa di vita nuova. […] Ma è il suo frutto, la mandorla, ad aver...

Continua a leggere

Api regine

Quanti figli? Duemila al giorno, circa Da marzo in poi la regina depone uova a un ritmo crescente, raggiungendo il massimo della deposizione, che può anche superare le 2000 uova giornaliere, nel periodo che va da aprile a giugno. Se per particolari avversità meteorologiche, una gelata tardiva o un luogo...

Continua a leggere

La donna degli alberi

Attorno a me il fitto bosco, so di lui ogni sfumatura, mi avvolgono gli abeti e gli aceri, i faggi e i pioppi che ho imparato a contare da bambina, vagando curiosa fra i sentieri fangosi di inizio primavera che mi sporcavano le caviglie, il fogliame umido che portavo in...

Continua a leggere

L’ortica: è pungente, ma le sue virtù non si contano

Era nota ai Sumeri, ai Greci, agli Arabi; la usavano, nel Medioevo, streghe e alchimisti. Aristofane la consigliava soprattutto come afrodisiaco; Catullo, che soffriva di disturbi respiratori, li curava con “riposo e ortica”. I medici della Scuola salernitana utilizzavano questa pianta contro insonnia, vomito, tosse, gonfiori, vari disturbi intestinali e...

Continua a leggere

Ci vuole un fiore

Le cose di ogni giorno raccontano segreti a chi le sa guardare ed ascoltare. Per fare un tavolo ci vuole il legno per fare il legno ci vuole l’albero per fare l’albero ci vuole il seme per fare il seme ci vuole il frutto per fare il frutto ci vuole...

Continua a leggere

Il giardino che vorrei

Per chi abbia care le piante, il giardino è il luogo dove ospitarle al meglio, in modo che non abbiamo a deperire o ammalarsi. Quella che per noi è bellezza, per le piante è salute, mi disse una volta un giardiniera. Non c’è nulla di più triste di una pianta...

Continua a leggere